Mattino

Mattino presto. Stava seduta sul sedile più esterno. Le gambe allungate a sbarrare la strada alle possibili presenza indesiderate. Nel risveglio avrebbe tanto voluto rimanere da sola a guardarsi il suo smartphone. Fino all’arrivo. Il sole radente iniziava ad illuminare ogni cosa.

Annunci

Ascolto

Alcuni vorrebbero non si fermassero più, altri non vedono l’ora di arrivare alla stazione. Le adorano assieme alle città tutt’intorno. I sedili dei treni si guardano 4 a 4. Invitano ad un confronto. Non c’è quasi mai. Le storie vanno ascoltate in silenzio. E’ da lì che vi scrivo.